In HIM we Trust

La più grande fan degli HIM in Grecia, li racconta a myRock!

Qu23.jpgindi, tutto è iniziato così…

Era il 1 Agosto. Gli H.I.M. sarebbero finalmente tornati da una delle loro più grandi fan base al mondo dopo un’assenza di sette anni! Non penso di essere stata l’unica che non poteva credere che gli H.I.M. sarebbero finalmente tornati in Grecia quando ho sentito per la prima volta la notizia! A mio parere? Semplicemente inaccettabile….! Ad ogni modo, naturalmente, il concerto era tutto esaurito e effettivamente senza nessuna pubblicità reale!

I fans si erano radunati al di fuori dello Stage Volume 1 ore prima che le porte si aprissero come al solito in certi casi, soprattutto quando parliamo di una band che ha fans veramente devoti (soprattutto donne). Le porte si sono aperte un po’ prima del previsto e i fans hanno iniziato ad entrare nel locale. Nonostante il caldo, il pubblico ha preso posto presto: tutti volevano godere di questo ambito concerto, io ero una di loro!

Tutto è scorso senza problemi (con la sola eccezione di alcune ‘fangirls’ che cercavano di ‘annientarsi’ l’un l’altra per avvicinarsi al palco) fino al momento in cui il sipario dello Stage Volume 1 non si è aperto! Si potrebbe descrivere l’atmosfera come un vero e proprio caos! Una frenesia assoluta che non ci avrebbe abbandonato fino al momento in cui gli H.I.M. sono apparsi sul palco. Hanno aperto con “Buried Alive by Love” con Ville e il resto della band, Mikko Lindström (Linde) alla chitarra elettrica, Mikko Paananen (Migè) al basso, Mika Karppinen (Gas) alla batteria e Janne Puurtinen (Burton) alle tastiere, in ottime condizioni e umore! Ville ci ha lasciato senza parole con la sua voce incredibile! Le canzoni che hanno seguito sono ” Wings of a Butterfly ” e “Right Here in My Arms”. Ville sorrideva di continuo, sembrava davvero divertito come tutti gli altri. In seguito sono state eseguite “The Kiss of dawn”, “All Lips Go Blue” e “Join me in Death”, che porta come sempre il pubblico in estasi perché è la canzone che li ha resi ampiamente noti al pubblico. Le canzoni successive sono state “Your Sweet Six Six Six”, “Passion’s Killing Floor”, “Soul on Fire”, la cover unica del brano “Wicked Game” di Chris Isaak e “Tears on Tape”. Le ultime tre canzoni che sono state suonate prima della prima pausa sono state “Poison Girl”, “For You” e “The Funeral of Hearts”, un mix dagli album precedenti degli H.I.M.

Il caos è proseguito per tutta la durata del concerto, anche durante le pause. Il pubblico sembrava non essere stanco nonostante tutte le condizioni davvero difficili tra le donne, il calore, le botte ecc. Il bis è iniziato con “Into the Night”, una delle mie canzoni e video preferiti del loro nuovo album, “Tears On Tape”. Le canzoni seguenti sono state “It’s all Tears” e “When Love and Death Embrace” e sarebbe arrivato anche un altro bis! Gli H.I.M. sono apparsi di nuovo per interpretare l’ultima canzone della serata, “Sleepwalking Past Hope”. Dobbiamo segnalare che abbiamo sentito anche un frammento della canzone “Black Sabbath” dei Black Sabbath che è uno dei gruppi preferiti di Ville.

Il concerto è durato due ore intere, cosa che gli H.I.M. hanno sembrato apprezzare visto che i fans non volevano far lasciare loro il palco, con Ville Valo che si è divertito costantemente con il pubblico, facendo battute e parlando delle esperienze della band. Con molta energia e umorismo, Valo ha sfoderato il suo ‘classico senza tempo’ per quelli che lo conoscono bene che consiste nel fare smorfie, facce divertenti solo o con Migè e Linde. Anche Gas era incredibile mentre stava picchiando dietro la sua batteria! Burton era melodico e mite dando il suo tocco personale. Vorrei anche ricordare che ci sono stati due assoli incredibili sia da parte di Linde che di Migè.

Ville ha fatto commenti riguardanti il cibo greco, l’ouzo, le belle donne del paese così come sulla loro lunga assenza dalla Grecia e il pubblico greco, che veramente li ama e li sostiene così tanto! Hanno detto addio al pubblico greco emozionati e ci hanno mostrato quanto volevano farci piacere! Ci mancheranno davvero e spero che l’abbiano capito, anche se penso che anche noi mancheremo a loro!

Personalmente è stata la migliore performance degli H.I.M. alla quale abbia mai assistito dal vivo! La mia unica lamentela è stata per l’illuminazione del posto, in cui la combinazione di fumo e di luce particolarmente bassa – specialmente sui volti dei musicisti – ha reso difficile il lavoro per i fotografi e per i fans.

Un grande pollice in alto ai membri di questa band che sono ancora con i piedi per terra, modesti, imbarazzati e veri professionisti!

heart

Traduzione italiana a cura di Katia Arduini – Revisione Claudia Micacchioni .

 

Fonte
“E’ vietata la riproduzione anche solo parziale di questo articolo/traduzione, sia in formato cartaceo che telematico, senza indicarne provenienza, senza chiedere l’autorizzazione agli autori o i dovuti crediti al Blog.”

Posted by H_T

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...