In HIM we Trust

HIMsalabim- Nuovo album nel 2016

12108276_10206478957190006_1256057573302909205_n

Un unico concerto ad Agosto e un po’ di riservatezza su ciò che riguarda il futuro – è stato un anno veramente stressante per i fan degli HIM, l’uscita di Gas Lipstick aka Mika Kristian Karppinene dimostra che i Finlandesi non sono nella fase più spensierata della loro carriera. Dopo “Tears on Tape” nel 2013, e l’uscita di “XX- Two Decades Of Live Metal” un anno prima, le cose si sono calmate intorno all’icona del Love Metal, Ville Valo e i suoi compagni. Ricevere riconoscimenti d’oro e di platino nei primi anni di carriera mette molta pressione. Anche se a Leipzig, Ville tiene le sue carte coperte, si riesce a percepire la sua tensione interna. Un nuovo batterista, un nuovo album, una nuova direzione?

«Com’è arrivato alla nostra attenzione il nuovo batterista? Sei sicuro di volerlo sapere?»

Ville Valo scherza allegramente durante la pausa del soundcheck che riserva alla nostra intervista.

«Certamente sembra pazzesco ma si adatta a questa epoca: un messaggio! Un nostro amico suona in una band con Kosmo. Siccome attualmente loro sono in pausa, ci ha fatto sapere che c’era un batterista troppo bravo per essere rifiutato. Così, in questo modo, ci siamo messi in contatto con Kosmo e certamente ora dobbiamo testare ampiamente se è in sintonia con noi. Suonare in una band è come (stare in) una famiglia, la chimica deve essere assolutamente giusta.»

Kosmo, che si trova nella stessa stanza, guarda Ville con un’occhiata divertita e gli altri membri del gruppo, che sono impegnati a firmare booklets e altri tesori dei fan, scoppiano a ridere. È ovvio che Kosmo si è già stabilito bene, l’atmosfera è grandiosa e sembra timido per come ricambi il sorriso. «Bene, ho bisogno di sapere anche io se vi riuscirò a sopportare, ragazzi.»

Jukka Kosmo Kröger ha già avuto il suo battesimo di fuoco live con gli HIM in Finlandia a Luglio – i 1000 fan che sono riusciti ad avere un biglietto per il concerto di Leipzig hanno accolto il novellino felicemente e con un atteggiamento positivo.

Inoltre il frontman Ville, per quanto riguarda l’uscita di Karppinen, rivela: «Naturalmente è estremamente doloroso quando un membro del gruppo ti lascia dopo tanti anni. Ma in questo caso siamo anche contenti perché abbiamo trovato Kosmo.»

Ma siamo onesti: in sostanza, un nuovo album è dovuto! Perdere un membro della band in una situazione del genere si avvicina ad una catastrofe! O no? Ville Valo di nascosto e sempre sorridendo dice: «Se Kosmo sarà con noi quando registreremo il nuovo album è qualcosa che non posso ancora dire. Noi dopotutto stiamo ancora testando se ci piace averlo con noi. Nel corso degli anni, come band, ho potuto notare che cose di questo tipo si stabiliscono durante il tour quando si arriva a conoscersi meglio l’un l’altro, così come se stessi senza dubbio. Questa situazione attuale è speciale in quanto con un nuovo membro arrivano nuove dinamiche. È eccitante e devi capire che è troppo presto per dare previsioni definitive e prospettive future. Su me stesso ho imparato che posso essere una persona molto corretta e talvolta uno stronzo davvero esigente. È facile perdere il controllo della realtà in tour, quando il tempo cambia e ogni cosa che hai intorno è in continuo movimento. Io cerco di restare il più rilassato possibile ma non sempre ci riesco.»

A proposito del ‘working out’- Come sta procedendo il lavoro il nuovo album? Il carismatico cantante si guarda intorno per un momento. Dato che nessuno si alza a parlare risponde ovviamente deliberatamente e cautamente:

«Certo abbiamo già qualche idea ma non cominceremo a lavorarci su più intensamente se prima non torniamo dal tour. Solo allora inizieremo a lavorare sul nuovo materiale più concentrati e se andrà tutto bene il nuovo album potrebbe essere finito in un anno da oggi – forse alla fine dell’anno, non voglio dare nulla per certo a questo punto.»

Sarebbe stata immaginabile una batterista donna? Su questa domanda Migé Amour alias Mikko Heinrik Julius Paananen alza immediatamente lo sguardo e, compiaciuto, risponde: «Non si sa mai!».

Mentre gli altri prendono parte con i loro commenti divertiti, Valo resta concentrato ma non riesce a fare a meno di scherzare: «Questo è esattamente ciò che ho sempre voluto! Sinceramente -continua -Sinceramente non ho mai pensato a questo. Sicuramente ci sono alcune band in cui si lavora bene con una componente femminile, ma sarebbe una cosa giusta anche per noi? In realtà credo che sia molto più difficile trovare una buona batterista piuttosto che una cantante, ad esempio. Probabilmente non ce ne sono molte in Finlandia che potrebbero essere considerate seriamente – per varie ragioni, certo.»

Beh una cantante femminile probabilmente non è necessaria a tutti – i fan di tutto il mondo adorano gli HIM soprattutto per il carismatico frontman che si è affermato come icona del Rock nel business della musica tempo fa, dopotutto. Il dolore al cuore incontra il rock and roll – nessuno lo fa altrettanto bene come Valo, il rocker finlandese. La decisione di diventare cantante della band era nata inizialmente come necessità, in quanto non c’era nessun altro nei giorni fondatori. Ville ripensa piacevolmente agli anni passati e rivela: «Sinceramente non so dirti se fare il cantante sia la cosa giusta per me, ma non ho perso la speranza! In quel tempo ero un grande fan di Jane’s Addiction e i Faith no More stavano pubblicando il loro album “Angel Dust” – ho cantato insieme a quelle band tutti i giorni dopo la scuola. I vicini devono avermi odiato!»

Valo è nato nel 1976 ed è cresciuto in un momento in cui internet non era presente così come lo è ora. Come fa a gestire le infinite possibilità del World Wide Web e se allora le possibilità tecnologiche fossero state le stesse, avrebbero influenzato lo sviluppo degli HIM significativamente?

L’espressione di Valo è seria quando dice: «Sì, un sacco di cose sarebbero andate diversamente. Forse avremmo trascorso molto del nostro tempo sui social network invece di esercitarci ai nostri strumenti. Attualmente, la gente è veramente brava in tutto ciò che riguarda Twitter e Co., il che è un talento in sé. In effetti, mi sento un outsider per quanto riguarda internet e i social network. Tutto ciò è troppo frenetico per me ma fortunatamente alcuni della band sono molto più esperti di me.»

Quando ho di nuovo scavato a fondo sugli impegni futuri, il leader ha risposto deliberatamente generalizzando: «Oh bene, alcune decisioni non sono così difficili dopo tutto e non si deve essere melodrammatici sempre. Smettere di fumare, questo è stato davvero drammatico per me. Ma tutte le altre cose non devono essere come ne “Il paziente inglese”. Voglio fare le cose per bene e questo necessita di un po’ di pazienza.»

 

Traduzione italiana a cura di Claudia Micacchioni. 

 heartFonte

“È vietata la riproduzione anche solo parziale di questo articolo/traduzione, sia in formato cartaceo che telematico, senza indicarne provenienza, senza chiedere l’autorizzazione agli autori o i dovuti crediti al Blog.”

Posted by H_T

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...