In HIM we Trust

“Guardo ancora a quella sera con tanta gioia nel cuore e con un piccolo sussulto…”

di Teresa Lico

1780798_668865736493654_1595938646_nAbbiamo un biglietto in più, vuoi venire al concerto degli HIM con noi?

Con questa domanda delle mie amiche è iniziato ad avverarsi uno dei miei sogni nel cassetto. Andare ad un concerto.

Non un concerto qualsiasi… Il concerto della mia prima metal band : gli HIM.

Ovviamente accettai e da li iniziò una sorta di ansia. Un crescendo di emozioni che esplosero il 15 ottobre.

Il viaggio in aereo, il primo della mia vita, guardare le nuvole sotto di me, camminare per Milano… Era tutto nuovo, folle, emozionante.

Arrivare all’Alcatraz e fare una bella e corposa fila per vedere finalmente i cancelli aprirsi…

Fino a qua la cosa era quantomeno gestibile poi sentii una scarica corrermi lungo la schiena. La corsa dentro per arrivare nelle prime 6 file.

Non potevo credere di arrivare così vicino al palco. Eppure ero li. Vedere i praparativi sul palco, le persone emozionate come me che mi circondavano, la band che apriva il concerto che ci stava facendo divertire, ma ero tesa.

Avevo i nervi a fior di pelle e mi sono calmata quando ho visto gli HIM.

Mi sono rilassata quando Ville ha iniziato a cantare. Che voce!!!

1964565_10200909320335536_313449713_nE che sogno vederlo dal vivo. A pochi metri da me… era vero! Era reale e bello davanti a me!

Vedere tutti i membri della band reali e davanti a me! Oh, cielo che emozione!!! La loro musica, la sua voce che mi scorrevano dentro le vene e mi inebriavano e facevano battere forte il cuore tanto che pensavo che a momenti mi sarebbe scoppiato.

Sentire le mie canzoni preferite che mi venivano cantate davanti e io li a cantare a squarciagola insieme a tutti quei fan come me.

Incredibile. Quella notte fu incredibile.

Non riuscivo a credere a niente, ma quello che mi ha scioccato maggiormente erano quegli occhi che brillavano. Si, Ville e i suoi occhi che avevano una luce dentro indescrivibile! E poi le sue mani!!!! Ero sconcertata. Averlo visto sempre su dei poster oppure sullo schermo della tv o del pc e poi ritrovarmelo li davanti mi aveva scombussolato. Ero in preda ad un vortice di emozioni.

Quando il concerto finì ero su di giri… li ho aspettati fuori insieme alle mie amiche e ce li siamo visti passare davanti a distanza moolto ravvicinata e per tutta la notte il mio corpo mi rimandava quel calore di tutte quelle emozioni. Facendomi rivivere tutto nei sogni. Eppure il sogno era stato realtà. Alla fine ogni tanto qualche sogno mi si è avverato… 

A Milano quella sera ci ho lasciato un pezzo di cuore… Oh sì…

Per loro, gli HIM e anche per tutte le persone che conoscevo solo tramite pc e che ho incontrato finalmente dal vivo.

Per tutte le nuove conoscenze fatte e per quel sogno che mi si era avverato…

I successivi mesi sono stati duri.

Potete anche prendermi per pazza, ma vi giuro che ero apatica e svogliata e ogni 15 mi svegliavo sperando che era QUEL 15…

Adesso va meglio e guardo a quella sera con tanta gioia nel cuore e con un piccolo sussulto provocato dal rimasuglio di quelle splendide emozioni provate per loro.. gli HIM!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...