In HIM we Trust

Tears on dream

di Sara P.

1382975_10200800657680627_90192235_n15 ottobre 2013

Potrebbe essere un giorno qualunque, ma per chi, come me, ama la musica e in particolare la band H.I.M. è  IL giorno.

Premetto che li amo incondizionatamente da otto anni, e la cosa va via via “peggiorando” sempre di più, ma arriviamo al dunque.

Sono le 16 e vado a posizionarmi davanti l’ingresso dell’Alcatraz, attendendo con un’ansia sempre maggiore i nostri amati finnici. Ero stata ad altri concerti, ma questo in particolare avrebbe segnato la mia vita, uno dei miei sogni si sarebbe realizzato, un sogno che attendevo da sempre.

Sono così agitata, che smetto di controllare l’ora, tremo.

Dopo qualche ora sento un’agitazione generale, spintoni e qualche urlo proveniente dal fondo della fila: OK CI SIAMO!!

Ci lasciano entrare, non sto più nella pelle, il cervello mi sta quasi per abbandonare.

Mi trovo in seconda fila, solo un ragazzo ed una transenna mi separano dal palco.

Ecco che spuntano i Caspian, che con il loro strepitoso sound non fanno che caricarmi ulteriormente. Davvero azzeccati come gruppo spalla! Ma prima o poi la loro performance finirà e questo groppo che ho in gola da quando ho messo piede in questo posto e il leggero tremolio che ho alle gambe dovranno sfogare a dovere, altrimenti l’ansia mi ucciderà.

I Caspian escono fuori dalla mia visuale e i minuti che ci separano dai nostri finnici mi sembrano infiniti! CRISTO CI SIAMO!

Parte “Unleash the red“, il mio cervello mi ha abbandonata, le urla e gli applausi delle persone, che erano in quel momento lì con me a provare le mie stesse devastanti emozioni, sembrano svanire.

Sento il mio cuore pulsare all’impazzata nelle mie orecchie, quando all’improvviso li vedo davanti i miei occhi.

1974668_10201632737922113_405347859_nSONO LORO, GLI H.I.M.!!!

Attendevo quell’istante da anni, non riuscivo mai ad immaginare come sarebbe potuto essere; era così emozionante e complicato da spiegare ascoltare la loro musica, che non riuscivo a concepire mentalmente come sarebbe potuto essere un loro concerto.

Però eccomi lì, insieme a tante persone con le quali condividere quelle molteplici emozioni contrastanti e struggenti.

I nostri idoli ci mettono immediatamente a nostro agio, la situazione è meravigliosamente irreale.

Tecnicamente sono quasi impeccabili, il sound è fantastico e la voce unica ed inimitabile del signor Valo creano un’atmosfera magica, quell’atmosfera che per anni ho immaginato e che aveva preso vita davanti a me.

L’intero concerto è una bomba, trovare aggettivi adatti per descriverlo è quasi impossibile. è emozionante vedere come anche loro si divertano insieme a noi, come siano soddisfatti della loro “missione”: farci emozionare e divertire in questa meravigliosa serata.

Purtroppo il tempo sembra essere passato in un attimo dopo “All lips go blue“.

I ragazzi ci salutano, davanti a me il nulla. Uscendo, mi sembra ancora di vederli e sentirli e così chiudo per un po’ gli occhi. Tornare alla realtà è stato quasi uno shock, chi era lì con me o è stato ad un loro concerto, sa bene quanto sia orrendo e straziante lasciarsi quel mondo surreale che ci regalano alle spalle.

Gli H.I.M. hanno una capacità straordinaria di far nascere e crescere improvvisamente un amore irreale e incondizionato dentro chi riesce a comprendere il loro profondo messaggio, un amore che oltre a portare beneficio, strazia l’anima in una maniera che solo loro sanno fare.

Un concerto memorabile è dire poco, spero di poterli rivedere al più presto live.

KIITOS H.I.M.!heart

 

It could be any day but for who, like me, loves music and especially HIM this is THE DAY.

Let me start by saying that I love them unconditionally from eight years and it’s gradually “make worse” but reach at the point. It’s 16 e I go in front  of Alcatraz, to wait our beloved Finnish guys with anxiety. I had been in other concerts, but this one, in particular, would have marked my life, one of my dreams would be realized, a dream that I was waiting always. I’m so excited, I stop to control the time, I’m trembling. After few hours I feel a general agitation, pressures and some scream that come from the bottom of the row: OK, THIS IS THE MOMENT!!

Let us into Alcatraz, I can’t wait for and my brain is abandoning me. I’m in the second row, only a boy and a barrier separe me to the stage. Now the Caspian show up and they exaggerate me more thanks their resounding sound.  They are perfect as support act! But their performance will end sooner or later and this lump  that I have in my throat from I came in this place and my slight tremor of my legs have to unload or the anxiety will kill me.

The Caspian come out from my eyes and the minutes that separate us from our Finnish band seem endless! God, this is the moment!

It start with “Unleash the Red” and my brain leave me, the screams and the cheers of the people who were there with me to feel my same devastating emotions, seem to vanish. I fell my heart beating widly in my ears, when I see them in front of me.

THEY ARE THERE. THEY ARE HIM!

I was waiting this moment  from some years, I couldn’t imagine how could have been; it’s so exciting -and complicated to explain- listen their music, I couldn’t say how one of their concert could have been.

But I’m here, with other persons with whose share these many opposing and heart breaking emotions.

Our idols put us at ease immediately, the situation is splendidly unreal.

Technically they are nearly flawless, the sound is amazing and the unique and inimitable voice of Mr Valo create a magical atmosphere that I’ve figurated for years and now I can see.

The entire concert is a bomb, I can’t find suitable adjective to describe it, it’s impossible. It’s touching  to see that they have fun with us, how they are satisfied of their “mission”: to excite and entertain us in this wonderful night. Unfortunately, time seems to have passed in a moment after “All Lips Go Blue”.The band greets us, so I have nothing in front of. Coming out, it seems that I can see and hear them again, so I close my eyes. Return to reality is almost a shock.

Who was there with me or who has been to one of their concert knows how atrocious and heartbreaking leave that surreal world is. HIM have an amazing capacity to generate and increase an unreal and unconditional love in those who can understand their deep message, a love that brings benefit and rends the soul in way that only they can do. An amazing concert is an understatement, I hope to see them live soon.

KIITOS HIM!

heart

 

“E’ vietata la riproduzione anche solo parziale di questo articolo/traduzione, sia in formato cartaceo che telematico, senza indicarne provenienza, senza chiedere l’autorizzazione agli autori o i dovuti crediti al Blog.”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...